0

Low&Chic, la cucina di qualità alla portata di tutti

20 luglio 2009, Locanda Solarola, Castel Guelfo (BO)

Grande successo di pubblico per la serata organizzata dagli chef del gruppo CHIC (Charming Italian Chef) presso la Locanda Solarola di Castel Guelfo.

Un menu degustazione ricchissimo ed esclusivo composto di 18 portate; quararanta metri di buffet nello splendido parco della tenuta, in cui hanno trovato posto le preparazioni creative di cuochi provenienti da tutta la penisola, abbinate a prestigiosi marchi della produzione vitivinicola italiana. Il risultato è stato un lungo applauso a scena aperta da parte degli oltre 150 ospiti della serata.

Una festa per chi ha cucinato ed una festa per chi ha goduto delle prelibatezze che i cuochi Chic hanno saputo dispensare, in un’atmosfera rilassata e serena, in piena campagna bolognese.

Un appuntamento voluto dall’emergente gruppo di giovani cuochi italiani; un menu per valorizzare le materie prime d’eccellenza di cui il nostro territorio nazionale è prodigo, con il tocco magico di sapienti mani provenienti da ogni contrada.

Un’occasione per portare gli interpreti della grande cucina stellata italiana a contatto con il pubblico degli appassionati gourmet, con semplicità, gusto e particolare attenzione al rapporto prezzo/qualità.

Si inizia con l’aperitivo finger food accanto alla piscina; per proseguire con la cena nel bel giardino, dove il lungo buffet ha messo cuochi e commensali in intima complicità. I cuochi a raccontare le proprie creazioni ed i gourmet presenti ad assaggiare i piatti, in abbinamento a vini rossi e bianchi del territorio.

Aperitivo con Prosecco di Valdobbiadene Brut Margò del Gruppo Coltiva e cuochi Chic all’opera:

  • il toscano Stefano Pinciaroli e il suo “Tortello Ripieno di pappa al pomodoro all’olio a crudo delle colline Fiorentine”,
  • il marchigiano Andrea Angeletti e le sue golosissime “Perelle fritte di nonna Giannina”,
  • Gunther Piccolruaz, dal Friuli, coadiuvato per l’occasione dall’amico Fabio Fragiacomo, con la sua fresca “Zuppetta di cipolla azzurra in salsa di vino e sgombro” e la particolare “Spuma di stracchino Vidali con salame del Carso all’aceto d’uva Sirk”,
  • la Puglia rappresentata da Domenico Cilenti e le “Alici marinate al Bombino”,
  • Elena Pilò, infine, in veste di cortese padrona di casa, con il creativo “Fumè di salmone in salsa di limone allo zenzero”.

La cena, poi, in un crescendo di gustose emozioni. Ecco:

  • Enrico Bartolini che dalle colline dell’Oltrepo pavese porta il delicato “Patate, uovo e uova” in abbinamento al Rosé Brut Le Robinie,
  • il presidente Chic Flavio Costa, ligure, e la sua strepitosa “Crema di zucchette trombette, seppie al nero e scorze di limoni candite” in abbinamento al Vermentino Riviera Ligure di Ponente Terre Rosse,
  • dalla provincia di Alessandria, Andrea Ribaldone e la sua simpatica “Cipolla gialla di Castellazzo cotta al sale e ripiena”, in abbinamento alla Barbera Alte Rocche Bianche Vini Scarpa,
  • l’abruzzese Valerio Centofanti con il “Cannolo di pane croccante con coratella morbida d’agnello” in abbinamento al Rosè Privè Brut Dora Marchese,
  • ancora Andrea Angeletti con il “Riso selvaggio del Canada incontra le mazzancolle dell’Adriatico e il tartufo di Acqualagna” in abbinamento al Verdicchio Castelli Jesi Az. Agr. Vallerosa Bonci,
  • Giovanni Grasso, da San Maurizio Canavese, ha portato gli “Agnolotti ripieni di carne, olio di nocciole e Grana padano” abbinati alla Barbera d’Asti Doc Panta Rei Contratto,
  • dall’Umbria Paolo Trippini con il “Farro perlato di Alviano con doc di Corbara salsiccia e salsa di zucchine al basilico” in abbinamento al Corbara doc Castello di Corbara,
  • Giuseppe Mancino da Viareggio ha portato il “Risotto con peperoncini verdi affumicati limone amalfitano e gamberi rossi leggermente scottati” in abbinamento al Vermentino Litorale Cecchi,
  • la Campania ha avuto il suo campione in Paolo Barrale che ha preparato una strepitosa “Carbonara di baccalà”, vermicelli tiepidi con maionese di baccalà, pomodoro ed erba cipollina, in abbinamento al Cutizzi docg Greco di Tufo Feudi San Gregorio,
  • Domenico Cilenti e i suoi “Maccheroncini con guanciale di Apricena, pomodorino e insalatina di salicornia” abbinati alla Falanghina Alberto Longo e al Negramaro Igt Paolo Leo,
  • Stefano Pinciaroli con un tenerissimo “Medaglione di cinta senese su letto di cipolle rosse di Certaldo brasate e caviale di aceto balsamico” in abbinamento al Morellino di Scansano, Val delle Rose Cecchi,
  • dal Lago di Mergozzo, Marco Sacco ha proposto un’ottima “Battuta di fassona, cialda di riso e agretto al lampone” in abbinamento al Dolcetto d’Alba Vini Scarpa,
  • Gunther Piccolruaz con un piacevolissimo “Petto d’anatra farcito di fegato grasso e fichi con ciliegie cotte al Terrano, mousse di ceci e insalatina” abbinato ad un Vistorta Conte Brandolini Merlot 2004 Magnum e al Vis Uvae Il Carpino,
  • Raffaele Liuzzi ha preparato i “Sardoncini nudi di Cattolica” abbinati all’Albana Secco Fattoria Zerbina,
  • il marchigiano Riccardo Agostini ha offerto il “Trancio di maialino da latte con pinzimonio di verdure e mele Granny Smith” in abbinamento al Valturio Sangiovese Az. Agr. Valturio.

Per i dolci:

  • Pietro D’Agostino e il suo apprezzatissimo “Cannolo siciliano” abbinato al Marsala riserva Donna Franca Cantine Florio,
  • Davide Botta con un’inconsueta “Zuppa dolce di lenticchie alla vaniglia con cannelloni ripieni di mousse al cioccolato amaro”,
  • Giuseppe Mancino con un super “Babà”, abbinati al Doubl Greco 2005 Feudi San Gregorio.
  • A finire, un assaggio di un prezioso Nocino offerto dall’azienda Il Mallo.

Un particolare ringraziamento va fatto a tutti i produttori che hanno fornito agli chef i migliori prodotti del proprio territorio e agli sponsor tecnici della serata: Broggi, Caraiba, GrissinBon, Valverde e Villeroy & Boch. 

Una grande cena, in piedi parlando con i cuochi o seduti a tavola con tanti amici, vecchi e nuovi. Un’occasione d’incontro con la cucina d’autore che, a grande richiesta, il gruppo Chic è pronto a riproporre dopo l’estate.

content-single

Comments are closed.